Giallo morte Imane Fadil, una cena con amici poi il malore

Giallo morte Imane Fadil, una cena con amici poi il malore. L'ex modella marocchina partecipò ad una cena con degli amici e conoscenti.

Sta di fatto che dopo quella serata Imane Fadil cominciò a non stare bene. Accusava dei dolori al ventre e aveva un malessere generale che le toglievano le forze.

Questa l'indiscrezione che filtra da ambiente giudiziari. I nomi di chi cenò le sere precedenti il suo ricovero, Imane Fadil li svelò ai parenti.

La Procura di Milano con il procuratore capo Francesco Greco indaga a 360 gradi. Il caso è complesso e difficile. Occorre aspettare l'autopsia e le risultanze investigative per avere un quadro chiaro.

La testimone chiave dei processi Ruby si è sentita male eprogressivamente si è come spenta.

La giovane è stata ricoverata lo scorso 29 gennaio all'Humanitas, dove è deceduta l'1 marzo.

Scartata l'ipotesi di avvelenamento da arsenico e della malattia autoimmune (Lupus), proseguono gli accertamenti per capire la causa della morte, dopo che sono stati trovati dei livelli sospetti di metalli pesanti nel sangue e nelle urine.

Gli investigatori, nei giorni scorsi, hanno controllato chat e telefonate di Imane Fadil; ai parenti e agli amici è stato invece chiesto di ricostruire le ultime giornate della ex modella.

di P.P.M.