Gettano formiche davanti al Consiglio regionale della Campania: deputati grillini davvero poco onorevoli

Il trash abbonda. L'dea poco brillante di tre giovani deputati grillini: Iolanda de Stasio, Luigi Iovino e Cosimo Adelizzi di presentarsi davanti al Consiglio della Regione Campania come i 'Re Magi', portando in dono tre barattoli pieni di formiche, lascia alquanto perplessi.

L'iniziativa dei tre deputati è sembrata davvero uno sbilenco volo pindarico che mostra la coniugazione d'incapacità, superficialità e improvvisazione politica - se proprio bisogna utilizzare il termine -.

Insomma, i tre deputati - a dire il vero - poco onorevoli con la loro 'cacciata' davvero non si capisce cosa abbiano politicamente ottenuto a parte i like, le condisioni e un po' di cinema girato tra l'altro in modo a dir poco raffazzonato.

I tre portavoce parlamentari - alla loro prima esperienza - si sono presentati davanti alla sede del Consiglio regionale della Campania (non alla Regione Campania) ed hanno messo in scena la solita sceneggiatura - per giunta scritta e declamata male - con un finale clamoroso : svuotare i tre barattoli di un qualcosa che somiglia a delle formiche.

Una protesta choc che si è trasformata in una performace trash finalizzata a denunciare le colpe del Governatore Vincenzo De Luca, contemporaneamente commissario alla Sanità, per la presenza nell'ospedale San Giovanni Bosco delle formiche.

Si resta senza parole, disorientati e negativamente impressionati da una iniziativa che neppure l'attivismo prepolitico avrebbe preso in considerazione.

Buffa a tal punto che i sette consiglieri regionale del Movimento 5 Stelle - notoriamente scalmanati e rissosi - si sono guardati bene dal mettere il naso fuori la sede del Conisglio e appoggiare la pittoresca e triste protesta.

Una cosa è inscenare un dissenso come spesso accade ai consiglieri pentastellati anche trasgredendo le regole e finendo per essere bollati da un furente De Luca come 'squadristi', un'altra è ricoprirsi di ridicolo.

di Arnaldo Capezzuto