Fratelli morti caduti dall'ottavo piano: erano in castigo

I due fratellini di 11 e 14 morti a seguito di una misteriosa dal balcone all'ottavo piano del loro condominio a Bologna erano in castigo.

Benjamin e David Nathan questi i loro nomi erano stati messi in castigo dal loro papà che nel momento che sono caduti era sotto la doccia.

I due genitori sono stati interrogati fino a sera dagli iquirenti, ma allo stato non ci sono elementi per emettere nei loro confronti alcun tipo di provvedimento.

Un testimone, il vicino di casa che ha chiamato i soccorsi dice di aver visto i due ragazzini agonizzanti a terra: "Respiravano ancora"

La coppia, di origine kenyota e in Italia da diversi anni, ha altri due figli, un maschio di due e una femmina di otto anni.

La famiglia vive in un palazzone di via Quirino di Marzio, una zona popolare nell'area ovest della città, a due passi da un grande deposito di autobus.

A chiamare i soccorsi sono stati i vicini, che hanno notato intorno alle 10 i due cadaveri, in una sorta di cortile interno, ma dove c'è molto passaggio di persone e automobili. In tanti, tra i condomini, sono ancora sconvolti.

In diversi si sono accorti del rumore della caduta, nessuno ricorda di aver sentito grida. I due ragazzini sono precipitati da un balcone alto circa trenta metri.

di P.P.M.