Formigoni, l'ex Governatore della Lombardia dovrà andare in carcere

Condannato a 5 anni e 10 mesi in via definitiva per corruzione, l'ex governatore lombardo Roberto Formigoni - processato per il crac delle fondazioni Maugeri e San Raffaele - andrà in carcere.

Il verdetto della Cassazione è arrivato in serata, dopo poco più di tre ore di camera di consiglio e la dura requisitoria del procuratore generale della Cassazione Luigi Birritteri, che ha sottolineato l' "imponente baratto corruttivo" che ha visto Formigoni tra i protagonisti.

Il processo 'Caso Maugeri' è chiuso.  In Appello l'ex presidente della Regione Lombardia è stato condannato a una pena di 7 anni e mezzo di reclusione per corruzione.

A pesare sul capo dell'ex governatore c'è la recente legge anticorruzione, quella ribattezzata legge 'spazzacorrotti', che ha inserito questo tipo di reato tra quelli considerati non scontabili con le misure alternative al carcere.

Il Pg della Cassazione Luigi Birritteri nell'illustrare la sua requisitoria alla Quinta sezione penaleha utilizzato parole pesanti verso lo stesso Formigoni.

E' un "imponente baratto corruttivo" quello che caratterizza il processo Maugeri-San Raffaele che ha come imputato principale l'ex governatore della Lombardia Roberto Formigoni.

Per il Pg la mole delle prove è "imponente" ed è stata "ulteriormente corroborata" dal concordato in appello di Daccò e Simone. Il Pg ha ricordato che questa vicenda corruttiva ha riguardato un giro di oltre 61 milioni di euro e circa 6 milioni di utilità sono arrivati "in vari flussi e forme" a Formigoni.

In serata la condanna definitiva che spalancheranno il portone del carcere.

di P.P.M.