Epidemia di morbillo, l'Italia aumenta la copertura con i vaccini

Nei primi sei mesi del 2018 sono aumentate le coperture vaccinali dei bambini in Italia rispetto ai dati al 31 dicembre 2017; in diversi casi è stata raggiunta e superata la soglia minima raccomandata dall'Organizzazione mondiale della sanità pari al 95%.

L'aumento è ancora più marcato nel caso della copertura per la prima dose di vaccino contro il morbillo, che arriva al 94,15%, con un +2,30%; sei le regioni che superano il 95% e altre tre vi si avvicinano.

In particolare, la copertura nazionale per i bimbi nati nel 2015 nei confronti della polio supera il 95% (95,46%), guadagnando un +0,85% rispetto alla rilevazione al 31 dicembre 2017; superano la soglia del 95% anche le coperture registrate in 13 regioni.

I dati sono stati snocciolati direttamente dal ministro della Salute Giulia Grillo nel corso di una intervista al quotidiano La Repubblica.

"Ora tutti hanno avuto il tempo per mettersi in pari. Senza vaccino, niente scuola" dice la ministra che sottolinea : "C'è un'epidemia di morbillo in atto. Bisogna tenere misure obbligatorie. Ma dobbiamo anche lavorare per convincere i cittadini a fare una cosa positiva per la loro salute, non imporre" - ha sottolineato la Grillo - .

di P.P.M.