Sign in / Join

Elezioni, Bersani: "Al contrario di Gentiloni, mi preoccupa il M5S"

"Gentiloni non è preoccupato del M5S? C'è un 25% di mal contento di popolazione che vota i Cinquestelle e non siamo preoccupati? Io sono molto preoccupato. Fate quel che volete cari M5S, ma ponetevi il problema di portare da qualche parte, democratica, la gente che rappresentate". Lo ha detto Pier Luigi Bersani, esponente di LeU, ospite di 'Circo Massimo'.

"Quando loro dicono alleanze con chi ci sta, io gli ho detto che è il primo atto del Rigoletto, solo che Di Maio non è il duca di Mantova, e poi non hanno indicato un'agenda, non può durare. Io mi occupo del sistema" -aggiunge -.

"Noi diciamo: con chi non è disposto a discutere di lavoro, welfare e progressività fiscale, noi non apriamo neanche il libro, non parliamo con nessuno. Dopo di che, parlare con i Cinquestelle e' un dovere, fare un'alleanza di governo è tutto un altro film", ha sottolineato.

E poi la stoccata a Renzi:"D'Alema dice che Berlusconi e Renzi hanno ancora in testa un inciucio. Se seguo le tracce - spiega Bersani - non ho dubbi su questo. Dopo l'uscita di Berlusconi dal Parlamento ci sono stati accordi sull'Italicum, chiacchiere e annusamenti sotterranei così come avvenuto anche su questa legge elettorale... Ma . avverte subito - e' chiaro che per via dei numeri e delle situazioni c'e' anche scarsa fattibilità"