Elezioni Baviera, è boom dei Verdi

Elezioni in Baviera, un test significativo anche in vista delle prossime elezioni europee. La regione tedesca è per dimensione tre volte la Lombardia. La popolazione è di 13 milioni di cui 9,5 oggi chiamati alle urne, il migliore sistema educativo, e il tasso più basso di disoccupazione.

È ufficiale: se le prime proiezioni saranno confermate, la CSU avrà perso la maggioranza e dovrà rinunciare per la seconda volta nella storia del dopoguerra al governo monocolore in Baviera.

Secondo i primi dati raggiunge il 35,5% e perde oltre dodici punti rispetto a 4 anni fa. Molti pronostici parlano dunque di una cosiddetta "coalizione bavarese": se i Freiheitlichen Waehler, il partito conservatore locale, dovesse essere confermato all'11,5%, la Csu cercherà un'alleanza con loro. Se non bastassero i seggi, eventualmente con la stampella dei liberali della Fdp, che nelle prime proiezioni raggiungono il 5%.

Con la "coalizione bavarese", l'attuale governatore della Baviera, Markus Soeder (Csu) spera di salvare la sua poltrona. Poco fa ha parlato di una "sconfitta" ma ha detto che la Csu ha comunque "una responsabilità di governo".

La vera star della giornata sono i Verdi, che raggiungono un risultato storico: il 18,3%: alle ultime elezioni avevano raggiunto l'8,5%