Dolore e rabbia al funerale del piccolo Gabriel

Dolore, rabbia e commozione. Sono i sentimenti che si sono vissuti nella chiesa di Santa Maria Assunta di Piedimonte San Germano dove si sono celebrati i funerali del piccolo Gabriel.

Il bimbo di 2 e mezzo è stato ucciso strangolato dalla madre, Donatella Di Bona di 28 anni, forse alla presenza anche del padre, Nicola Feroleto, 58enne.

Entrambi i genitori sono in carcere con l'accusa di omicidio.

Nella bara bianca c'era il corpo senza vita del piccolo Gabriel che da grande sognava di indossare la divisa dei vigili del fuoco e proprio per rendergli omaggio a fine messa mentre il corteo funebre si spostava dalla parrocchia, i pompieri hanno fatto suonare le trombe degli automezzi.

Grande dolore e commozione tra i tanti che sono accorsi al rito funebre del bambino, un'anima innocente ammazzata dalla barbaria.

di P.P.M.