Sign in / Join

Testata giornalistica - Registrazione Tribunale di Napoli 19/2017

Distensione Usa-Corea: ecco l'evento che potrebbe far saltare l'incontro Trump-Kim

Lo storico incontro tra il presidente americano Donald Trump e il leader nordcoreano Kim Jong Un rischia di saltare per via di un'esercitazione militare congiunta tra gli Stati Uniti e la Corea del Sud, iniziata venerdì scorso. A mettere in dubbio un appuntamento previsto il 12 giugno a Singapore è stata la Corea del Nord, che ha fatto saltare all'ultimo minuto un meeting di alto livello previsto con funzionari di Seul mercoledì 16 maggio. Mentre la Casa Bianca preparava una risposta alle indiscrezioni giunte dalle agenzie di stampa nord e sudcoreane e Trump veniva informato, il dipartimento di Stato diceva di non avere ricevuto indicazioni di un cambio dei piani e quindi a Washington ci si continua a prepare al faccia a faccia tra Trump e Kim.

La Corea del Nord terrà colloqui di alto livello con gli Stati Uniti soltanto se il presidente Usa Donald Trump dimostrerà di non essere interessato solamente alla denuclearizzazione del Nord, ma anche e soprattutto al miglioramento delle relazioni con Pyongyang. Lo ha dichiarato oggi il viceministro degli Esteri nordcoreano, Kim Kye-gwan. "Non ci interesseremo più al dialogo, se (gli Stati Uniti) si limiteranno a tentare di spingerci unilateralmente all'angolo e rinunciare al nucleare. Sarebbe inevitabile riconsiderare come rispondere all'offerta dell'imminente summit con gli Stati Uniti", ha dichiarato il funzionario, citato dall'agenzia di stampa nordcoreana "Kcna". Il viceministro ha esortato gli Stati Uniti ad approcciarsi al dialogo con Pyongyang dando prova di una sincera determinazione a migliorare le relazioni bilaterali.

Da partes sua, la Corea del Sud ha espresso rincrescimento per la decisione unilaterale di Pyongyang di annullare l'incontro ministeriale in programma per oggi, in risposta all'avvio delle annuali esercitazioni bilaterali tra Corea del Sud e Stati Uniti nella Penisola coreana. "La sospensione unilaterale dei colloqui di alti livello tra Sud e Nord col pretesto delle regolari esercitazioni aree tra Stati Uniti e Corea del Sud non corrisponde alla Dichiarazione di Panmunjom concordata dai leader dei due paesi il 27 aprile, ed e' deplorevole", recita una nota diffusa oggi dal ministero dell'Unificazione nordcoreano.