Sign in / Join

Testata giornalistica - Registrazione Tribunale di Napoli 19/2017

De Luca accusa il M5S di campare di politica, ma dimentica la sua di 'professione'

 

Di Arnaldo Capezzuto

A muso duro. Picconate e attacchi al Movimento 5 Stelle. E' lo sport preferito e praticato dal presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca.

Come al solito nel suo consueto caminetto a Lira Tv, a favore di telecamera e al cospetto di un reggi microfono,  il Governatore della Campania non ha fatto mancare le sue durissime bordate contro gli esponenti nazionali dei pentastellati.

Trattati con sufficienza, additati come ignoranti e presi in giro da un De Luca che sembra sempre più l'imitazione di se stesso fatta dal comico Maurizio Crozza.

Preso dalla furia incontrollata e pieno di rabbia - forse dovuta dai sondaggi -  Vincenzo De Luca in un torrenziale attacco, parlando dei Grillini ha detto tra l'altro: "Si continua a parlare di vitalizi e casta. La casta è di quelli che se non campassero di politica non avrebbero di che campare - dice paonazzo in volto  il governatore - Esempio è il candidato premier 5 Stelle che si mette in tasca 15 mila euro al mese, mi sconvolge la capacità di truffare".

C'è da ridere per non piangere. L'ex sindaco di Salerno, a parte una brevissima parentesi come docente di filosofia presso un istituto superiore, campa da sempre solo ed esclusivamente di politica.

Comincia da giovanissimo occupandosi  delle problematiche del settore agrario aderendo ad Alleanza Contadina, per poi confluire nel Partito Comunista Italiano.

Da qui comincia la sua carriera con incarichi di partito e ricoprendo ruoli istituzionali.

E' consigliere comunale a Salerno nel 1990  e nella stessa legislatura ricopre il ruolo di vicesindaco e di assessore.

E' eletto sindaco  di Salerno nel 1993 e, al termine del mandato quadriennale, è riconfermato nel 1997 per altri cinque anni. Come esponente prima dei Ds e successivamente del Pd, è deputato nella XIV e nella XV legislatura.

È rieletto sindaco nel 2006 e, nel 2010, candidato del centrosinistra a presidente della Regione Campania.

Nel 2011 è riconfermato sindaco di Salerno con una maggioranza bulgara ed esercita il mandato per il successivo quinquennio, terminando l'esperienza amministrativa nel 2015 ma contemporaneamente è nominato sottosegretario alle Infrastrutture e ai trasporti nel Governo Letta.

Poi la candidatura a presidente della Regione Campania e quindi l'elezione a Governatore.

Insomma, Vincenzo De Luca per la verità è un politico di professione, uno che legittimamente campa di politica e come dice lo stesso Governatore ai grillini ma anche a se stesso "se non avesse la politica, non avrebbe di che campare". Appunto!