Sign in / Join

Testata giornalistica - Registrazione Tribunale di Napoli 19/2017

D'Alema: "Renzi imitatore di Berlusconi". Il segretario dem ammette crollo di consensi

Io sarei il vero capo di Leu ? E' una gag inventata da quel genio di Berlusconi ai tempi di Rutelli". Così Massimo D'Alema, ad Agorà, su Rai3. "Renzi è un imitatore di Berlusconi piuttosto scadente... lasciamo perdere questa sciocchezza", aggiunge D'Alema. Intanto, Matteo Renzi ammette il crollo di consensi del Pd:  "L’elemento preoccupante non è l’ultima settimana, ma il trend. Da maggio a oggi il Pd ha perso quasi sette punti. Stiamo pagando il fatto che gli altri sono in campagna elettorale mentre noi dobbiamo sostenere la responsabilità del governo e passiamo il tempo a litigare all’interno dice al Corriere della Sera. "Era ovvio che per il Pd fosse meglio votare a giugno o al massimo a settembre - aggiunge - Chi allora sosteneva questa tesi è stato accusato di irresponsabilità, ma non votando si è fatto un clamoroso assist a Berlusconi e Grillo. Adesso però è inutile piangere sul latte versato. Quando inizierà la campagna elettorale, finiranno le polemiche interne e il Pd potrà riprendere a parlare al Paese. Siamo già con questi sondaggi negativi il primo gruppo parlamentare del Paese, vogliamo essere però il partito più votato. E scateneremo una campagna elettorale a tappeto per farcela. Vedo la mia gente, immagino i candidati, leggo i risultati di questi anni e dico: il Pd sarà il primo partito"."Io non giro intorno ai temi, non è mio stile - aggiunge il segretario Pd - È evidente che il mio consenso personale non è più quello del 2014".