Sign in / Join

Concorso infanzia e primaria: Si cercano maestre per fare membri di commissione. Si può fare domanda da domani

Concorso infanzia e primaria: Si cercano maestre per fare membri di commissione. Si può fare domanda da domani

Concorso straordinario infanzia e primaria dal 7 al 21 dicembre sarà possibile presentare su Istanze on line la domanda per partecipare alle commissioni di valutazione.

Apertura funzioni per la presentazione delle candidature

Il Miur ha comunicato con nota del 5 dicembre 2018  che dal 7 dicembre 2018 al 21 dicembre 2018 sarà disponibile l’istanza on-line per la presentazione delle candidature come presidente, componente e membro aggregato del concorso straordinario per infanzia e primaria indetto con DDG n. 1456 del 7 novembre 2018.

Gli aspiranti appartenenti ai ruoli di dirigenti scolastici, dirigenti tecnici e docenti del comparto scuola, anche collocati a riposo, utilizzeranno la procedura informatica POLIS.

Gli aspiranti appartenenti ai ruoli dei professori universitari, anche in quiescenza, utilizzeranno, nel medesimo periodo tra il 7 dicembre 2018 ed il 21 dicembre 2018, la procedura informatica del consorzio interuniversitario CINECA.

L’istanza potrà essere presentata, unicamente, per la regione di servizio o, per gli aspiranti collocati a riposo, per la regione di residenza.

Requisiti per far parte delle commissioni

I requisiti per far parte delle commissioni di valutazione sono indicati negli articoli 11 e seguenti del D.M. 17 ottobre 2018

Gli aspiranti dovranno allegare anche il curriculum vitae.

I docenti delle istituzioni scolastiche statali che aspirano ad
essere nominati componenti delle commissioni di valutazione dei
concorsi di cui al presente decreto per posto comune devono essere
docenti confermati in ruolo, con almeno cinque anni di servizio,
nella scuola rispettivamente dell’infanzia e primaria, a seconda
della distinta procedura cui si riferisce il concorso, avere
documentati titoli o esperienze relativamente all’utilizzo delle
tecnologie dell’informazione e della comunicazione nella didattica ed
essere stati immessi in ruolo da graduatorie di concorso per titoli
ed esami; in caso di immissione attraverso le graduatorie di cui
all’art. 401 del Testo Unico, essere risultati idonei allo specifico
concorso ordinario o aver conseguito l’abilitazione all’insegnamento
attraverso il corso di laurea in scienze della formazione primaria.

La nota del Miur