Sign in / Join

Testata giornalistica - Registrazione Tribunale di Napoli 19/2017

Comunali, flop per Lembo jr: il pupillo di Piero De Luca non arriva al ballottaggio

- Aveva deciso di mettersi in gioco candidandosi a sindaco di Campagna, nonostante il padre fosse il capo della procura di Salerno. Ma esce sconfitto dalla tornata elettorale delle amministrative. E' Andrea Lembo, giovane avvocato e militante del Partito Democratico. Il sindaco uscente della cittadina a Sud diSalerno, Roberto Monaco incassa 6.294 preferenze rispetto alle 3.294 di Lembo. L'outsider Virginia Luongo del Movimento 5 Stelle non raggiunge i 1.000 voti. Bersagliato da tempo dalle opposizioni politiche perche' candidato a sindaco in un comune che rientra nel territorio di competenza giudiziaria del padre, Andrea Lembo, a scrutinio ultimato, e' rammaricato. "Hanno usato tutte le armi a loro disposizione, soprattutto quelle dell'attacco personale, della diffamazione, dell'insulto", dice. Esponenti del centrodestra campano, infatti, nei mesi scorsi, piu' volte, hanno evidenziato come la candidatura del terzogenito del capo dei pm salernitani potesse creare imbarazzo, innanzitutto al padre e all'istituzione che rappresenta. Quest'ultimo, che lascera' la magistratura per raggiunti limiti di eta' nel settembre prossimo, tuttavia, non ha mai commentato la vicenda, lasciando libero il figlio di misurarsi alle amministrative del 2018. Lembo jr., nel novembre scorso, ha partecipato alla kermesse dei dem alla Leopolda per parlare di se' e del proprio progetto. Iniziativa quella che innesco' un autentico scontro politico con il centrodestra, in particolare con Forza Italia. Gli Azzurri, in quell'occasione, non contestarono tanto la sua discesa in campo, quanto invece la questione legata al ruolo del padre, quale capo di quei magistrati che si occupano anche di inchieste che coinvolgono esponenti del Pd. Ancor prima, a giugno, si porto' dietro polemiche il selfie scattato a Castellabate dal giovane Lembo, in cui sorride con Piero De Luca, oggi deputato tra le fila del Pd e figlio del presidente della Giunta regionale della Campania, Vincenzo.