Centomila dosi di cocaina nascoste nelle tombe

Ccentomila dosi di cocaina nascoste nelle tombe del Verano. Accade nel cimitero mionumentale di Roma. Sono stati  gli agenti della polizia di Stato a scoprire il nascondiglio e arrestare un marmista a cui era demandato il comipoti di custodire lo stupefacente.

E' stata una pattuglia dei Falchi, in zona San Lorenzo, ad aver  notato un'auto transitare a grande velocità nel piazzale antistante al cimitero del Verano, che poi si era dileguata all'interno del cimitero.

Insospettiti, i poliziotti hanno seguito la vettura e si sono appostati. L'automobile, rientrata all'interno del Parco del Verano, si è fermata nei pressi 'Colle del Pincetto', l'area più antica e monumentale del cimitero posta a ridosso della Basilica di San Lorenzo fuori le Mura.

E dopo un pedinamento hanno notato un uomo entrare in alcune cappelle funerarie dove era nascosta la droga. Dietro le lapidi, gli agenti hanno rinvenuto complessivamente 1092 grammi, bilancini di precisione e materiale per il confezionamento dello stupefacente.

di P.P.M.