Sign in / Join

Caso segretaria. Parte la contraerea grillina di Bogdan Tibusch: "Attacco strumentale a Di Maio"

di Arnaldo Capezzuto

Occorre reagire. Battere un colpo. Rigovernare il consenso via Social. Giocare le solite carte dell'ipnosi mediatica.

E' partita la controffensiva del Movimento 5 Stelle per parare la 'botta' della storiaccia evidenziata con lo scoop de 'il Giornale' sull'incarico pubblico - a segretaria al Mise - assegnato da Luigi Di Maio alla sua compaesana Assunta Montanino, 26 anni, per un compenso di 72mila euro l'anno (circa 3 e 300 euro, un solo stipendio per due lavori di segreteria al ministero del Lavoro e allo Sviluppo Economico - ribatte l'interessata)

Dal cilindro magico della comunicazione yellow spunta la SocialTVNetwork, una testata di informazione on line, praticamente la Tv del Movimento 5 Stelle che fa capo a Bogdan Tibusche, l'ex fidanzato (è finita con denunce e controdenunce) e ex collaboratore della deputata Giulia Sarti.

Lui è conosciuto sotto il nome di Andrea De Girolamo, un personaggio abile e inventore di SocialTvNetwork nel cui staff fanno parte diversi esponenti pentastellati, anche di primo piano.

Una emittente on line alle dipendenze dirette dei vertici del Movimento 5 Stelle che a differenza dei video delle attività dei parlamentari - confezionati dall'ufficio comunicazione nella scorsa legislatura agli ordini del duo Rocco Casalino e Ilaria Loquenzi -  è una clava, un pit bull d'attacco.

La tv pentastellata è anche suadente, informale, tende a spiegare, argomentare, dialogare con il popolo social grillino.

Messaggi per rafforzare le ragioni, esaltare il nemico e l'incombenza di una imminente minaccia esterna, un modo per ipnotizzare e ridestare la comunità a 5 Stelle e chiarmali alle armi via web.

E  Bogdan Tibusch - in video - spiega le ragioni che hanno spinto Di Maio a scegliere Montanino. E' una summa della propaganda dimaiana delle ultime ore.

Il messaggio è ripetuto più volte, accompagnato da gesti, mimmica facciale e parole in chiave estremamente semplificativa.

"E' uno strumentale attacco contro di Di Maio. Questa figura di capo di segreteria, è una figura di garanzia, è una figura che non prevede per legge un concorso, non prevede per legge delle competenze, non prevede per legge una graduatoria. La legge dice che dev'essere un rapporto fiduciario con il suo capo cioè il ministro Di Maio...".

Lo stipendio della segretario di Di Maio

Vi do alcune informazioni che vi aiuterà a capire che lo scandalo sulla segretaria di Luigi Di Maio semplicemente non esiste. Stanno strumentalizzando tutto e nascondono i dettagli importanti------------------------------------------------Aiutate questo progetto a crescere:- Paypal: http://bit.ly/2GyRfab- PATREON: http://bit.ly/2qJfOvp-------------------------------------------------ISCRIVITI A TELEGRAM SOCIALTV- https://t.me/socialtvnetwork

Pubblicato da SocialTv Network su Giovedì 19 luglio 2018

E poi con delicatezza e tono vellutato - dopo i circa 7 minuti del video - conclude : "Valutate voi, aspetto i commenti".

La contraerea grillina spara i suoi colpi volti al depistaggio e alla distrazione di massa con spruzzatine di complottismo e gli immancabili colpi di coda del vecchio potere.

 E tornando ad Assunta Montanino, la giovane collaboratrice non ha esperienza, un curriculum trascurabile e non si conoscono i criteri attraverso i quali, il capo ha scelto lei.

Certo la normativa dice e stabilisce chiaramente che si tratta di un incarico fiduciario e di scelta diretta del ministro. Sulla carta non c'è nulla di illegale, tutto è legittimo.

Ma c'è una contraddizione: il Movimento 5 Stelle da sempre per la scelta dei collaboratori si è affidato al bando pubblico, all'analisi dei curriculum, ai colloqui e alla scelta collegiale. Lo slogan era : "Noi siamo diversi, conta il merito, la competenza e la trasparenza".

Per giustificare l'ingiustificabile si mesta nel torbido, chiacchiere fumose del tipo: il papà denunciò gli usurai e incontrandolo conobbi la figlia. Nacque l'idea di concedere alla Montanino un'opportunità con un incarico di stage alla Camera dei Deputati quando, Di Maio era vicepresidente.

Tutto e il contrario di tutto perchè si scopre che proprio Assunta Montanino in realtà sia la compagna di Salavatore Barca, fedele braccio destro del leader dei 5 Stelle, un Mr Wolf, pronto a risolvere i problemi. E proprio Barca è l'inventore del micro credito rivolto alle piccole e medie imprese, il cavallo di battaglia della propaganda dei pentastellati.

E' un retroscena non da poco tanto è vero che - qualcuno interno ai M5S - ne era già a conoscenza e ieri con un post avvelenato a caratteri cubitali è apparso : "Pomigliano D'Arcore".

Una intramuscolare che ha scatenato l'ira funesta di Valeria Ciarambino, consigliera regionale in Campania, luogotenente del capo supremo e in caduta libera nel borsino dei possibili candidati alla corsa per la poltrona di presidente della Regione.

A lei si preferirebbe una figura come Vincenzo Spadafora, attuale deputato e sottosegretario alla presidenza del Consiglio.

Ne è nato via web uno scontro durissimo che la dice lunga sullo stato d'animo dei grillini che stentano a ritrovarsi.

La notizia dell'incarico alla Montanina ha creato sconquasso, turbamento e agitazione tra gli stessi attivisti della prima ora- in particolare - il meet up di Pomigliano D'Arco/D'Arcore, fortino del vicepremier.

Piccole crepe che con il tempo stanno diventando vere e proprio voragini. Il Movimento 5 Stelle versione governativa -  targato Luigi Di Maio - non piace.

Ci sono i vizi della vecchia politica, l'arroganza dell' io imperante, la trascurabile azione politica adagiata tra il dilettantismo e l'ignoranza e la certezza granitica: il non riuscire ad arginare la straripante ascesa della Lega di Matteo Salvini e i sussulti nell'esecutivo.

Leggi anche Pomigliano D'Arcore...