Sign in / Join

Testata giornalistica - Registrazione Tribunale di Napoli 19/2017

Caso di doping, indagati i nuotatori Magnini e Santucci

I nuotatori italiani Filippo Magnini e Michele Santucci sono indagati per violazione delle normative antidoping. Ad avviare l'indagine è stata la Procura antidoping Nado Italia sulla base degli atti dell'inchiesta della Procura della Repubblica di Pesaro che a giugno aveva chiesto il rinvio a giudizio del medico nutrizionista Guido Porcellini.

Il Gip aveva archiviato la posizione di Magnini perché non ci sarebbero state prove che avesse assunto la sostanza proibita.

La Nado Italia, che ascolterà prossimamente i due atleti, contesta a Magnini, in passato fidanzato della campionessa Federica Pellegrini, l'uso o tentato uso di sostanze dopanti (articolo 2.2 del codice Wada) ed il favoreggiamento (art.2.9).

A Santucci viene contestato l'uso o tentato uso di sostanze dopanti. Magnini e Santucci sarebbero stati coinvolti in un traffico di sostanze dopanti e contraffatte di provenienza cinese.

"Ritengo l'apertura dell'accertamento Nado un atto dovuto rispetto alle indagini penali su Porcellini; gli inquirenti penali hanno già accertato la mia estraneità ai fatti".

E' quanto scrive su Twitter Filippo Magnini dopo l'apertura dell'indagine dalla Procura antidoping di Nado Italia in base agli atti dell'inchiesta della Procura di Pesaro nei confronti del medico nutrizionista Guido Porcellini.