Sign in / Join

Cancellata l'Ecotassa, il Governo temeva effetto 'gilet gialli' in Italia

Alla fine è prevalso il buonsenso o meglio il timore, la paura di provocare una protesta come quella dei gilet gialli francesi.

Luigi Di Maio blocca la nuova norma inserita in Manovra che prevede incentivi per i veicoli elettrici e ibridi e una nuova tassa per gli altri.

"Io non voglio mettere alcuna tassa sulle auto familiari di cui gli italiani hanno bisogno per spostarsi. Dopo il confronto con le aziende automobilistiche, con i lavoratori e i consumatori troveremo il modo per migliorare la norma, che non significa fare marcia indietro", ha detto Di Maio a Radio 24.

"Il nostro obiettivo è di incentivare l'uso dell'auto elettrica, ibrida e a metano. Se qualcuno pensa di far litigare il governo su questa norma si sbaglia, perché alla fine prevale il buon senso dall'una e dall'altra parte".

In questo teatrino non poteva mancare lo show dell'improbabile sottosegretaria all'Economia senza deleghe, Laura Castelli.

Nel corso dello scontro nel Governo sull'ecotassa ospite di Radio Capital quando le fanno notare che Panda 1.2 euro 6 costerebbe 300 euro di tassa in più, Castelli risponde: "Potrebbero scegliere di comprare una Panda 1000".

Peccato che un modello "1000" non esista, mentre in listino c'è la più ben cara 900 turbo da 16mila euro in su.

di Pier Paolo Milanese