Sign in / Join

Testata giornalistica - Registrazione Tribunale di Napoli 19/2017

Camorra, torna libero Pariante, il boss che sfidò i Di Lauro

Scaduti i termini di custodia cautelare, torna libero il boss di Secondigliano Vincenzo Pariante, 65 anni, arrestato nel 2015 dopo due anni di latitanza perché considerato il mandate del duplice omicidio Montanino-Salierno avvenuto il 24 ottobre 2004.
Fratello di Rosario Pariante, arrestato nel 2002 e poi divenuto collaboratore di giustizia, il 65enne era stato arrestato perché condannato a scontare l’ergastolo per il duplice omicidio che segnò l’inizio della prima faida di Scampia tra i clan Di Lauro e gli Scissionisti composti da diverse famiglie (Amato-Pagano, Abete-Abbinante-Notturno, Pariante) fedelissime fino a qualche mese prima a Paolo Di Lauro. Ergastolo che però la Cassazione ha annullato nei mesi scorsi.

Il vecchio boss di Secondigliano ha riacquistato la libertà dopo che la Cassazione ha annullato la condanna all’ergastolo nei suoi confronti e nei confronti di Raffaele e Francesco Abbinante.