Sign in / Join

Testata giornalistica - Registrazione Tribunale di Napoli 19/2017

Camorra, il Tribunale revoca confisca beni a il "re dello zucchero"

La Corte d'Appello di Napoli, letto il rinvio della Suprema Corte di Cassazione, ha revocato la confisca e di conseguenza ha disposto il dissequestro dei beni tolti il 7 marzo 2013 dal tribunale di Napoli agli eredi di Dante Passarelli, detto 'il re dello zucchero', titolare dell'ex Ipam, morto in circostanze non chiare nel 2004 durante il processo Spartacus nel quale era imputato come imprenditore di fiducia del clan dei Casalesi. Al momento della sua morte, i suoi beni erano sotto sequestro gia' da nove anni. Tra questi, lo zuccherificio Ipam srl, l'immobiliare Bellavista srl, la Commerciale europea spa, titolare del marchio "Kero", famosa marca dello zucchero casertano e l'immensa tenuta agricola la Balzana. L'Ipam, sequestrato tra il 2001 e il 2002 dalla Dda dopo una denuncia presentata dalla Eridania, il colosso italiano dello zucchero, aveva conosciuto una rapida ascesa gia' dalla fine degli anni '80, "imponendosi" prima in tutta la provincia di Caserta e poi in altre regioni seguendo le alleanze dei Casalesi. Biagio e Franco Passarelli furono arrestati per concorso esterno in associazione mafiosa nel 2013.(AGI)Ce2 (Segue) 120810 GEN 18 NNNN