Sign in / Join

Cadono le teste in casa Trump: silurato Tillerson dopo dichiarazioni su ex spia russa 

Era nell'aria da diverse ore, ma la notizia è ora ufficiale: il licenziamento di Rex Tillerson, su cui si vociferava da mesi per il cattivo rapporto tra lui e il presidente, arriva poche ore dopo che il capo della diplomazia Usa si era schierato a fianco di Londra concordando con le conclusioni di Theresa May che la Russia è "molto probabilmente responsabile" dell'avvelenamento dell'ex spia russa e della figlia. "Concordiamo - aveva detto il segretario di Stato - sul fatto che i responsabili, sia quelli che hanno commesso il crimine sia quelli che l'hanno ordinato, debbano avere serie conseguenze". Anche la portavoce della Casa Bianca Sarah Sanders ieri si era dichiarata a fianco di Londra, ma senza pronunciarsi sulle responsabilità dell'avvelenamento. Negli ultimi giorni Tillerson era sembrato anche tagliato fuori dall'evoluzione del dossier nordcoreano.

Secondo le ricostruzioni del Washington Post, Trump avrebbe chiesto a Tillerson di farsi da parte venerdi' scorso e lui ha accorciato il suo viaggio in Africa per tornare a Washington. Per sostituire Rex Tillerson alla guida del dipartimento di Stato la scelta è ricaduta sul direttore della Cia, Mike Pompeo, il quale ha ringraziato il presidente americano assicurando che non vede l'ora di rappresentare il popolo americano nel mondo. "Sono profondamente grato al presidente Trump per avermi permesso di servire come direttore della Cia e per questa opportunità di servire come segretario di Stato".