Blitz al rione Pazzigno, sequestrata cocaina, mitragliatrici e pistole

Incursione della polizia nel rione Pazzigno a San Giovanni a Teduccio. Un nuovo blitz dopo gli arresti di ieri nei confronti di importanti esponenti del clan Mazzarella.

Questa volta la polizia con un'azione martelante ha rinvenuto all'interno del box auto 18 chili di cocaina, due mitragliatrici Uzi e nove pistole. Un colpo clamoroso. Nel corso dell'operazione è stato acciuffato su richiesta della Dda Antonio Piccolo napoletano, responsabile della detenzione di 18 kg di cocaina rinvenuti nella sua abitazione a San Giovanni a Teduccio.

Nella circostanza, insieme alla sostanza stupefacente, furono rinvenuti nello stesso posto due mitragliatrici Uzi, nove pistole di diversa specie e centinaia di proiettili di vario calibro.

Piccolo fu già arrestato dagli uomini della Squadra Mobile nel blitz del 20 febbraio quando, su disposizione della Direzione distrettuale antimafia di Napoli, furono eseguite 17 ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di promotori e sodali di un’organizzazione criminale dedita al traffico internazionale di sostanze stupefacenti, ritenuta in rapporti d’affari con i clan di camorra operanti nel Rione Pazzigno, il famigerato Bronx nell’area orientale di Napoli.