Sign in / Join

Testata giornalistica - Registrazione Tribunale di Napoli 19/2017

Berlusconi a tutto campo: Dall'attacco al Movimento 5 Stelle al futuro governo del centro-destra

"Un movimento ribellista, e non dico populista perché per me il popolo è sacro, come i Cinque Stelle ha cose nel suo programma cose come l'imposta sulla successione al 45% come in Francia. È un movimento pauperista". Così il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, durante il suo discorso dal palco alla convention  'Pronti a governare' di Forza Italia a Lacco Ameno, Ischia.

"Imposta patrimoniale del 12% per chi ha più di 50mila euro di patrimonio", prosegue Berlusconi, "trasformando direttamente le imposte sulla casa della Francia dalla quale le famiglie benestanti stanno scappando e credo scapperanno anche quelle italiane". " Credo che nell'andare a convincere le persone questi siano ottimi argomenti. La casa per noi è sempre stata sacra, sicurezza del futuro per figli e nipoti".

E poi "Di Maio candidato premier? Da quello che so sarebbe solo un frontman, ci sarà un altro signore. So che ci sono stati tre incontri tra Grillo, Casaleggio e Davigo, che ora smentisce. Io (con Davigo premier, ndr) il giorno dopo me ne andrò. E' un concentrato di odio, rabbia e invidia".

"I ribellisti, il M5S, sono ancora il primo partito che viene fuori dai sondaggi nonostante le dimostrazioni di incapacità. Loro non hanno né arte né parte, loro non hanno mai lavorato in maggioranza. L'86% di chi è in Parlamento non ha mai fatto una dichiarazione dei redditi, sono loro i veri professionisti della politica, quando volevamo andare votare a settembre io e il Pd loro si sono opposti", ha aggiunto sferzante il leader di Forza Italia.

E Berlusconi torna anche sulla questione giustizia, un suo cavallo di battaglia: "Basta con i processi infiniti, vanno fatti i processi continuativi. In Italia, tranne che per Berlusconi che ci vogliono 8 mesi, solitamente ci vogliono tra gli 8 e i 10 anni".  Berlusconi si è appellato anche alla regolamentazione delle intercettazioni perché non c'è più la privacy nemmeno per mandare "un messaggino birichino alla mogliettina".

Poi l'ex premier parla di cose concrete : "Pensione minima a 1000 euro con 13 mensilità, altrimenti non si può vivere una vita dignitosa". Questa è la proposta di Silvio Berlusconi e poi "Faremo una riforma della Costituzione e faremo sì che chi viene eletto avrà il vincolo di mandato per evitare i cambiamenti di casacca". "Ci sarà un governo con la maggioranza di protagonisti delle imprese, delle professioni, delle università e del volontariato. Ho iniziato la ricerca, ma i primi colpi non sono andati a segno. Ma ci sono tanti altri che sentono questa volontà, come noi facemmo nel 1992",

Ma è Antonio Tajani, presidente del parlamento europeo, che sintetizza ciò che tutti pensano in platea e nessuno dice:  "Abbiamo un solo candidato premier e questo è Silvio Berlusconi. Per me non esistono alternative né dentro né fuori il nostro movimento".