Beppe Grillo come Berlusconi 'salvato' dalla prescrizione. L'accusa era di violazione dei sigilli per la No Tav

Beppe Grillo si scansa il processo. Non c'è più tempo per celebrare il dibattimento per l'intervenuta prescrizione.

Il comico genovese nel corso di una sua visita in Valle di Susa, nel dicembre 2010, agli attivisti No Tav entrò nella baita Clarea nonostante vi fossero i sigilli apposti dalle autorità.

In primo grado, nel 2014, Beppe Grillo era stato condannato a quattro mesi di reclusione senza condizionale.

Il processo è poi transitato in corte d'appello e i giudici hanno preso d'atto che non ci sono i presupposti per un'assoluzione di Grillo, ma è passato troppo tempo e quindi è intercorsa la prescrizione.

Beppe Grillo un po' come Silvio Berlusconi approfitta dei tempi dilatatori della giustizia e si salva dalla condanna.

Forse nel 2020 con la riforma della giustizia e lo stop della prescrizione voluta fortemente dal Movimento 5 Stelle anche Beppe Grillo potrà tranquillamente avere la sua condanna.

di Pier Paolo Milanese