Sign in / Join

Bando Borse di Studio Inps 2018: requisiti, istruzioni domanda e scadenze per 5450 borse di studio universitarie

Nuova opportunità per gli studenti universitari al fine di ottenere importanti sovvenzioni per proseguire gli studi: l’Inps ha pubblicato il bando Borse di Studio 2018. Sono ben 5.450 le borse di studio disponibili per corsi universitari di laurea e di corsi universitari di specializzazione post lauream relativi all’anno Accademico 2017/2018 in favore dei figli o orfani ed equiparati.

Bando borse di studio Inps 2018: a chi è rivolto?

Bando borse di studio Inps 2018, a chi è rivolto? I benefici possono essere concessi a figli, orfani ed equiparati degli:

  • iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali;
  • dei pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici;
  • degli iscritti alla Gestione Assistenza Magistrale;
  • degli iscritti al Fondo Ipost

Come si legge nel Bando Borse di Studio Inps 2018, inoltre, sono previste tre distinte figure:

  • il titolare del diritto
  • il beneficiario
  • il richiedente.

Titolare del diritto

Il titolare del diritto è individuato tra i seguenti soggetti:

  • a) l’iscritto (dipendente o pensionato) alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali;
  • b) il pensionato utente della Gestione dipendenti pubblici;
  • c) l’iscritto (dipendente o pensionato) alla Gestione Assistenza Magistrale;
  • d) l’iscritto al Fondo ex Ipost.

Beneficiario della prestazione

Il beneficiario è lo studente maggiorenne destinatario della prestazione ed è individuato tra i seguenti soggetti:

  • a) figlio o orfano del titolare del diritto;
  • b) giovane regolarmente affidato al titolare del diritto nell’anno accademico 2017/2018 e per un periodo non inferiore ai sei mesi. Sono equiparati agli orfani, i figli di titolare riconosciuto permanentemente inabile a qualsiasi attività lavorativa, ovvero orfani dell’altro genitore, ovvero non riconosciuti dall’altro genitore.

 

Bando Borse di Studio Inps 2018: come sono ripartite?

Ecco come sono ripartite le 5450 borse di studio messe a disposizione da parte dell’Inps per il 2018:

  • n. 4.000 Borse per corsi universitari di laurea Riservate alla Gestione  unitaria prestazioni creditizie e sociali di € 2.000,00: ciascuna relative a corsi universitari di laurea triennale o laurea magistrale o a ciclo unico, di Conservatorio o Istituti Musicali parificati e Accademie di Belle Arti, o corrispondenti a corsi di studio all’estero legalmente riconosciuti.
  • n. 1.050 Borse per corsi universitari di laurea Riservate alla Gestione Assistenza Magistrale di € 2.000,00: ciascuna relative a corsi universitari di laurea triennale o laurea magistrale o a ciclo unico, di Conservatorio o Istituti Musicali parificati e Accademie di Belle Arti, o corrispondenti a corsi di studio all’estero legalmente riconosciuti.
  • n. 100 Borse per corsi universitari di laurea Riservate agli Iscritti al fondo IPOST di € 2.000,00: ciascuna relative a corsi universitari di laurea triennale o laurea magistrale o a ciclo unico, di Conservatorio o Istituti Musicali parificati e Accademie di Belle Arti, o corrispondenti a corsi di studio all’estero legalmente riconosciuti.
  • n. 200 Borse per corsi universitari di specializzazione post lauream Riservate alla Gestione unitaria prestazioni creditizie e sociali di € 1.000,00 ciascuna relative a corsi universitari di specializzazione post lauream
  • n. 50 Borse per corsi universitari di specializzazione post lauream Riservate alla Gestione Assistenza Magistrale di € 1.000,00 ciascuna relative a corsi universitari di specializzazione post lauream
  • n. 50 Borse per corsi universitari di specializzazione post lauream Riservate agli Iscritti al fondo IPOST di € 1.000,00 ciascuna relative a corsi universitari di specializzazione post lauream.

Bando Borse di Studio Inps 2018: come presentare domanda e scadenze

La procedura per l’acquisizione della domanda per le Borse di Studio Inps 2018 sarà attiva dalle ore 12,00 del giorno 23 gennaio 2018 fino alle ore 12,00 del giorno 27 febbraio 2018. Per poter inviare la domanda bisogna assicurarsi, come sempre, di essere iscritti in banca dati Inps oppure di richiederne l’iscrizione. Attenzione: prima dell’inoltro della domanda di partecipazione occorre presentare la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) per la determinazione dell’ISEE 2018 per prestazioni universitarie.