Sign in / Join

Testata giornalistica - Registrazione Tribunale di Napoli 19/2017

Ballottaggio Ostia. Minniti ordina: "Agenti ai seggi elettorali ed esercito controllerà le schede"

E' contenuto, in un'ordinanza di servizio, firmata dal Questore Guido Marino, in stretto contatto con il Prefetto Basilone e sulla base di quanto emerso nel comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica tenuto stamattina ad Ostia, alla presenza del Ministro Minniti, il piano di prevenzione in vista del turno di ballottaggio, previsto dalle 07.00 alle 23.00 di domenica.

Adottato un modello organizzativo che include 4 settori d'intervento. Il focus informativo è garantito dalla Digos e dalla Squadra Mobile, in collaborazione con la sezione specializzata del commissariato Lido, al fine di acquisire, per tempo, ogni informazione utile alla predisposizione dei servizi di polizia.

Pattuglie in borghese integreranno la vigilanza ai seggi, a partire dalle prime ore di domenica. La gestione dell'ordine pubblico e' affidata al dirigente del commissariato e, cosi', anche la direzione di tutti i servizi di ordine pubblico per gli eventi in programma in settimana e che si concluderanno con le due iniziative di chiusura della campagna elettorale nella serata di venerdì.

E' previsto l'impiego di personale specializzato nella gestione della folla, bonifiche dei luoghi ed acquisizione prima, durante e dopo le manifestazioni, di immagini da parte della Polizia Scientifica. Per il controllo del territorio, e' stata disposta un'intensificazione del piano coordinato di controllo, con l'utilizzo delle unita' cinofile e del Reparto Prevenzione Crimine.

"Una presenza fisica e investigativa, vigilanza discreta ai seggi e che dovrà garantire la libertà di voto". Lo ha detto il ministro dell'Interno Marco Minniti al termine del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza a Ostia. L'esercito vigilerà "il deposito delle schede elettorali".

Provvedimenti voluti fortemente dal ministro tenendo in considerazione la situazione del Municipio, che con queste elezioni esce da due anni di commissariamento per mafia. E all'aggressione subita da Daniele Piervincenzi e Edoardo Anselmi, giornalista e film-maker del programma Rai 'Nemo', ad opera di Roberto Spada, esponente dell'omonimo clan.