Allarme meningite tra Napoli e Caserta: Scuole chiuse

Da poco mi è stata inoltrata da parte della Dirigente Scolastica la nota trasmessa dal Dipartimento di Prevenzione dell’ASL di Caserta.
In questa si apprende il tipo di ceppo batterico, per il quale non risulta essere indicata alcuna profilassi.
Nella stessa nota, i medici dell’ASL, rimettono alla discrezionalità dei pediatri di base la somministrazione di terapia antibiotica ove si rinvengano casi particolari. Nel merito abbiamo provveduto ad avvisare tutti i medici e pediatri circa tale comunicazione.
In ogni caso provvederò, entro la giornata di domani, ed emettere un’Ordinanza di chiusura dei plessi scolastici per i giorni di Venerdì, Sabato e Lunedì al fine di permettere un’accurata areazione e per eseguire un’attività di pulizia straordinaria dei locali.”

Sono queste le parole del primo cittadino di Villa Literno, Nicola Tamburrino, che ha disposto la chiusura dei plessi scolastici in seguito ad un caso di presunta meningite che ha colpito un insegnante del plesso ‘Rodari’. Il provvedimento nei giorni di  venerdì, sabato e lunedì. Il professore è stato ricoverato d’urgenza e sembrerebbe che sia stata confermata un’infezione da meningococco.