Sign in / Join

Testata giornalistica - Registrazione Tribunale di Napoli 19/2017

La tratta degli immigrati, la nuova gallina d'oro delle mafie. Ma qualcuno ci marcia troppo

A volte basterebbe poco, una calcolatrice per esempio. Di quelle che sono preinstallate su ogni telefonino. Un rapido calcolo e si eviterebbe l’effetto bufala. Perché scrivere che il traffico degli immigrati, sulla tratta Italo-africana, vale per i “trafficanti della speranza” 10 miliardi di euro è una bufala. Enorme. E il fatto che a riportare la notizia sia un quotidiano a diffusione nazionale come Libero aumenta il disvalore dell’articolo, dal momento che la battaglia alle fake news dovrebbe essere uno dei principi fondamentali della carta stampata. Eppure sarebbe bastata una calcolatrice: dividendo i fantomatici dieci miliardi di euro per i duecentomila immigrati che sbarcheranno, con ogni probabilità, sulle nostre coste si raggiungerebbe la cifra di euro 50.000 pro-capite. Ovvero, ogni clandestino avrebbe sborsato alla mafia dell’emigrazione clandestina una somma che nei loro paesi d’origine sarebbe pari a quindici, venti, a volte trent’anni, di reddito. Nei numerosi casi di nuclei familiari in viaggio, la moltiplicazione dovrebbe essere fatta per tre o quattro. Insomma gente ricca, ricchissima per gli standard africani, che scapperebbe dal proprio paese. Un assioma che contraddice quanto spesso raccontato: i migranti non scappano dalle guerre ma dalle loro miserie. Quindi in Italia si starebbe fronteggiando un’invasione di ricchi africani, mentre i poveracci restano bloccati nelle loro terre tra fame e violenze. Credibile? A questo punto, per fare ordine,  si dovrebbe ricorrere a quanto raccontano gli esperti del Frontex o delle polizie internazionali, oppure limitarsi ad ascoltare cosa hanno raccontato i protagonisti delle migrazioni: i costi di viaggio per ogni persona variano da un minimo di 8oo euro a un massimo di 5.000 euro. Dipende dai luoghi di partenza. Qui ritorna la calcolatrice: moltiplicando i duecentomila per una cifra media di 3.000 euro si arriva ad un totale di 600 milioni di euro. Un dato più in linea con quanto possono permettersi, vendendo anche il proprio futuro, dei disperati in cerca di una vita migliore. Tanti, tantissimi, soldi nelle mani di mafiosi. Un cancro da estirpare. Ma perché non usare la calcolatrice e dare i numeri esatti, invece di creare ancora allarmismi? Fake news: peccato….