Sign in / Join

Al via "Bonus single e separati": 255 euro al mese per chi non ha famiglia

Al via "Bonus single e separati": 255 euro al mese per chi non ha famiglia

L’utopia dei 780 euro. Potrebbe essere riassunto così lo studio della Svimez, Associazione per lo sviluppo dell’industria nel Mezzogiorno, che ha preso in esame il reddito di cittadinanza. Secondo l’indagine effettuata dalla nota associazione, la misura simbolo del Movimento 5 Stelle rischia di trasformarsi in un flop. I 780 euro promessi in campagna elettorale a tutti quelli che non hanno un lavoro li vedranno in pochi stando al recente studio, il quale ha tenuto conto dei paletti inseriti dal M5S di Luigi Di Maio e le risorse stanziate per il 2019, pari a 9 miliardi di euro (di cui 1 per il potenziamento dei centri per l’impiego).

Ai single solo 255 euro

Una famiglia monocomponente – chi cioè abita da solo – percepirà un importo pari a 255 euro, oltre 500 euro in meno rispetto alla cifra prospettata in campagna elettorale. Per la Svimez, il mancato rispetto della promessa dei 780 euro mensili è da attribuirsi alle esigue risorse stanziate, circa la metà (8 anziché 15 miliardi) di quelle che sarebbero state necessarie per un intervento pari a quanto garantito in campagna elettorale (le stesse previsioni fornite dall’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale). Sempre stando al rapporto dell’associazione Svimez, il 63 per cento delle risorse stanziate per il reddito di cittadinanza sarà destinato al Sud Italia, contrariamente al rapporto 47 – 53 per cento (a favore sempre del Mezzogiorno) indicato nel recente passato dal governo.

Nel rapporto si legge: «Con le risorse attuali prendendo a riferimento le famiglie con Isee inferiore a 6000 euro e tenendo conto che il 50% potrebbe avere una casa, il sussidio va dai 255 euro per una famiglia monocomponente ai 712 per una con 5 o più componenti, a circa 1,8 milioni di famiglie. Il Mezzogiorno assorbirà il 63% del Reddito di cittadinanza. Nel biennio 2019-20 il Sud beneficerà di circa il 40% delle minori entrate e di oltre il 40% delle maggiori spese. Per cui nelle sue linee essenziali le misure espansive andrebbero a vantaggio del Mezzogiorno».

700 euro a famiglie con 5 o più componenti

Nell’analisi condotta dalla Svimez, emergerebbe un altro dato significativo sui beneficiari del reddito di cittadinanza. La soglia psicologica dei 700 euro si accenderebbe esclusivamente per le famiglie con 5 o più componenti (2 genitori e 3 o più figli quindi), a patto di avere un ISEE inferiore ai 6 mila euro, come confermato dalla Svimez.

Al momento il governo non ha ancora replicato all’analisi riportata dall’associazione per lo sviluppo dell’industria nel Mezzogiorno.